Select Page

Nuova Delhi. Lo picchiano a morte: giovane di 17 anni ucciso davanti agli occhi della madre

Nuova Delhi. Lo picchiano a morte: giovane di 17 anni ucciso davanti agli occhi della madre

Lo picchiano a morte: giovane di 17 anni ucciso davanti agli occhi della madre. Autori del brutale omicidio due imprenditori, fratelli, ed ex datori di lavoro del ragazzo.

È accaduto a Ranhola, nella periferia di nuova Delhi, nella tarda serata di domenica. La polizia ha reso nota la ricostruzione dei fatti. Il giovane, il cui nome di battesimo era Munna, è stato ucciso in seguito al rifiuto di svolgere una commissione per i suoi ex datori di lavoro.

Al momento solo uno dei due autori del delitto è riuscito a fuggire, l’altro è stato tratto in arresto dalla polizia locale che lo ha trovato in un rifugio in cui si nascondeva.

“Non lavoro più per voi”

Sarebbe stato il legittimo rifiuto di Munna a metterlo nei guai. Uscito per una passeggiata, il giovane diciassettenne si è imbattuto in Sonu e Monu, proprietari del caseificio presso cui lavorava Munna.

I due imprenditori lo hanno fermato ordinando loro di presentarsi a lavoro il giorno successivo perché c’era da lavare una delle loro vacche. “Io non lavoro più per voi, non lo faccio”.

Queste sarebbero state le sue parole. Una frase che avrebbe scatenato l’ira dei due fratelli che hanno cominciato a picchiare il ragazzo.

Nonostante il clamore generato, che ha attratto numerose persone, nessuno è intervenuto. Tra queste c’era anche la mamma di Munna, Maya, attirata dalle urla di disperato aiuto del figlio.

Maya è stata l’unica a provare a fermare i due che l’hanno spinta via facendola cadere violentemente. Inerme ha assistito alla scena, riuscendo però a chiamare la polizia.

L’arrivo delle guardie ha messo in fuga i due. Munna è stato trasportato d’urgenza nell’Ospedale più vicino ma i medici, una volta arrivato, ne hanno subito constatato l’avvenuta morte.

L’arresto

Come riporte the times of india sono partite subito le indagini che hanno portato al ritrovamento ed all’arresto di Monu, che si era nascosto non lontano dal luogo dell’omicidio in una casa appartenente alla famiglia della moglie. (M.P)

Segui le notizie su contromano24 – Resta aggiornato in tempo reale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.